Home > La scuola > Organi collegiali > Rappresentanti dei genitori
Ultima modifica: 19 ottobre 2016

Rappresentanti dei genitori

I Rappresentanti dei genitori al consiglio di Classe, di Interclasse e di Intersezione vengono eletti una volta l’anno. Le elezioni sono indette dal dirigente scolastico entro il 31 ottobre.
Sono previsti:
1 rappresentante (membro del consiglio di Interserzione) per ogni sezione della scuola dell’Infanzia;
1 rappresentante (membro del consiglio di Interclasse) per ogni classe della scuola Primaria;
4 rappresentanti (membri del consiglio di Classe) per ogni classe della scuola Secondaria di 1° grado.
I diritti dei rappresentanti
Il rappresentante di classe ha il diritto di:
a) farsi portavoce di problemi, iniziative, proposte, necessità della classe presso il consiglio di cui fa parte, presso i propri rappresentanti al consiglio di Istituto;
b) informare i genitori, mediante diffusione di relazioni, note, avvisi o altre modalità, previa richiesta di autorizzazione al dirigente scolastico, circa gli sviluppi di iniziative avviate o proposte dalla Presidenza, dal corpo docente, dal Consiglio di Istituto;
c) ricevere le convocazioni alle riunioni del consiglio con almeno 5 giorni di anticipo;
d) convocare l’assemblea della classe che rappresenta qualora i genitori la richiedano o egli lo ritenga opportuno. La convocazione dell’assemblea, se questa avviene nei locali della scuola, deve avvenire previa richiesta indirizzata al dirigente, in cui sia specificato l’ordine del giorno;
g) essere convocato alle riunioni del consiglio di Interclasse (o di Classe) possibilmente in orario compatibile con gli impegni di lavoro (art. 39 d.l. 297/94).
Il rappresentante di classe NON ha il diritto di:
a. occuparsi di casi singoli;
b. trattare argomenti di esclusiva competenza degli altri Organi Collegiali della Scuola (per esempio quelli inerenti la didattica ed il metodo di insegnamento).
I doveri dei rappresentanti
Il rappresentante di classe ha il dovere di:
a. fare da tramite tra i genitori che rappresenta e l’Istituzione scolastica;
b. tenersi aggiornato riguardo la vita della scuola;
c. presenziare alle riunioni del consiglio in cui è eletto ;
d. informare i genitori sulle iniziative che li riguardano e sulla vita della scuola;
e. farsi portavoce delle istanze presentate dai genitori;
f. promuovere iniziative volte a coinvolgere nella vita scolastica le famiglie che rappresenta
g. conoscere il Regolamento di Istituto
h. conoscere i compiti e le funzioni dei vari Organi Collegiali della Scuola.